Situato nel cuore del Val di Noto, il nostro B&B diventa un punto di partenza ideale per visitare questo angolo di Sicilia. La posizione strategica rispetto alle principali località turistiche rendono il B&B Epoca il posto ideale in cui soggiornare per affrontare tutte le escursioni giornaliere.

Ragusa Città barocca

È la sintesi dell’enorme patrimonio storico-culturale, artistico-architettonico e naturalistico-ambientale che caratterizza tutta la Sicilia. Dopo il terremoto del 1693 si formarono due nuclei abitativi, Ibla fu ricostruita sul vecchio sito mentre buona parte della popolazione decise di insediarsi in un nuovo centro sul vicino altopiano dove oggi sorge Ragusa superiore. L’intero contesto storico di Ibla e buona parte del centro storico di Ragusa superiore sono stati inseriti nella lista UNESCO del Patrimonio Mondiale dell’Umanità per le numerosissime testimonianze del tardo barocco, tipico della ricostruzione post terremoto del Sud-Est Sicilia.

Modica Storia e cioccolato (15km)

Per secoli uno dei centri più importanti della Sicilia, terra dove architettura, arte e cultura hanno trovato l’humus adatto per esprimersi ai più alti livelli. Adagiata e arroccata sui fianchi di tre rilievi, il centro abitato è disseminato di pregevoli testimonianze delle epoche più lontane, di potenti palazzi splendidamente adornati, da una miriade di Chiese e da un turbinio di scale, di strette viuzze, di vicoli e di sottopassi, scorci di incomparabile bellezza che trasudano di antico. Considerevoli le tradizioni legate alla cucina tipica e ai dolci, prima fra tutte la produzione artigianale del cioccolato, che si basa su un’antichissima ricetta ereditata durante la dominazione spagnola.

Scicli Città del sole (25km)

Il centro abitativo di Scicli è posto in una posizione altamente scenografica all’incrocio di tre valloni con un nucleo urbanistico più antico addossato al colle San Matteo, con case arroccate sul rilievo e disposizione medioevale degli edifici dominati sugli spazi a valle dove emergono acropoli barocche incrociate dal semicerchio delle alture. A Scicli si ritrova un patrimonio architettonico di indiscussa valenza, riferibile all’epoca barocca e tardo barocca, con emergenze stilistiche che ne fanno un gioiello del Val di Noto e che hanno fatto meritare l’inserimento nella Lista UNESCO del Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Noto Patrimonio artistico e architettonico (51km)

È una delle città più belle della Sicilia e offre un panorama architettonico unico al mondo per l’unità e l’armonia di uno stile barocco dal carattere solare e floreale. Il colore rosato della pietra utilizzata per costruire la città la rende unica nel suo genere. Ogni cosa, anche la più minuta conserva una sua grazia “barocca”. A Maggio merita una visita la cosiddetta Infiorata, una volta l’anno, le strade della città di Noto si trasformano in un tripudio di fiori colorati che attraggono migliaia di visitatori.

Punta Secca Il commissario Montalbano (30km)

Punta Secca (Punta Sicca in siciliano) è un piccolo borgo marinaro, frazione di Santa Croce Camerina a pochi km da Marina di Ragusa. Il nome “secca” è proprio legato alla caratteristica del fondale infatti facendo il bagno l’acqua rimane sempre bassa pur a molti metri dalla costa. Nella serie televisiva di Montalbano, la località di Marinella corrisponde a Punta Secca, la quale ha rinominato “Piazza Montalbano” la piazzetta antistante la casa del Commissario. La lunga spiaggia di sabbia regala un paesaggio mozzafiato e un mare cristallino. Il sole tramonta sull’acqua e i colori sono incantevoli.

Donnafugata La campagna Ragusana (23km)

L’edificio copre un’area di circa 2500 metri quadrati ed un’ampia facciata in stile neogotico, coronata da due torri laterali che accoglie i visitatori. È possibile visitarne gli interni che ospitano spesso delle mostre d’arte e il mastodontico parco tutto intorno dove sorge il famoso labirinto in pietra. Per la sua particolare posizione è possibile ammirare dalle torri un ampio tratto di costa che arriva fino a Gela. Tutto intorno si apre l’autentica campagna ragusana, ricca di carrubbi secolari e di ulivi. Fra i muretti a secco sorgono le masserie esempi di architettura rurale costruite con la tipica pietra bianca calcarea. Non è difficile incontrare mucche liberamente al pascolo che completano e rendono unico questo scenario.

Siracusa Culla della civiltà (85km)

Città sul mare ricca di storia e di monumenti, Siracusa esprime tutta la varietà e complessità culturale della Sicilia dalla preistoria ai giorni nostri. In una posizione fortunata è dotata di un magnifico porto naturale. La città è divisa fra una parte vecchia, Ortigia, e una nuova di recente espansione. La città vecchia sorge su un isolotto e mostra immediatamente il fascino di un luogo che ha visto succedersi e stratificarsi in oltre 3000 anni espressioni importanti delle maggiori civiltà del mediterraneo.

Marina di Ragusa La zona balneare (26km)

Affacciata sul Mar Mediterraneo, Marina di Ragusa ha un clima tipicamente mediterraneo ed è una fra le più attrezzate e rinomate località balneari della Sicilia Sud-Orientale, visitata ogni anno da turisti italiani e stranieri è famosa per i suoi lidi di sabbia dorata finissima. Anticamente conosciuta come Mazzarelli, nome arabo che significa “piccola borgata” e che ha mantenuto fino al 1928, nasce come villaggio di pescatori, calcatoio per imbarcare quanto nell’entroterra ragusano si produceva e destinato all’esportazione di carrube, cereali e formaggi. Durante il periodo estivo, a causa del forte flusso turistico, la popolazione aumenta notevolmente e non mancano occasioni per vivere all’aperto fra i tanti ristorantini, bar e locali notturni che popolano il lungomare.

Marzamemi Pesca e magia (57km)

Marzamemi è un paesino di pescatori di bellezza metafisica costruito intorno alla vecchia tonnara.
La gastronomia locale caratterizzata da sapori di terra e di mare. A base di pesce, pomodoro ciliegino e Nero d’Avola ne caratterizzano intensamente i profumi. Il tonno di Marzamemi è la specialità ed il prodotto tipico che rende la cittadina famosa anche aldilà dei suoi confini.
Storia, cultura e bellezze naturali sono ingredienti di questo paesino incantevole che, se da una parte sa prendere per la gola attraverso le sue prelibatezze, è capace di prendere anche l’anima grazie al suo fascino.

Agrigento Templi greci e storia (141km)

Fondata nel 581 a.C. dai coloni Rodii e Cretesi della vicina Gela, Akragas divenne in breve tempo una delle più importanti città della Magna Grecia, in Sicilia seconda solo a Siracusa. Considerata “la più bella città dei mortali” l’area urbana aveva un’ampiezza di 456 ettari ed era circondata da mura di fortificazione con nove porte d’ingresso. La valle dei templi, entrata a far parte del patrimonio UNESCO nel 1997 è un’area archeologica caratterizzata dall’eccezionale stato di conservazione di degli importanti templi dorici del periodo ellenico. Sulla via principale si affacciano bellissimi palazzi e numerose chiese frutto di stili di costruzione a volte totalmente diversi tra loro.

Catania Mare e montagna (110km)

Catania è una città dalle tante sfaccettature, capace di dare al visitatore forti emozioni per alcuni scorci del paesaggio urbano. La crescita della città di Catania è legata, nel bene e nel male, al rapporto con l’Etna: usufruendo della fertilità, soggiacendo alle colate, piegando la pietra lavica a materiale per costruire le case. Oggi Catania si presenta come un grande agglomerato urbano, costituito da uno splendido centro storico (il suo barocco è stato inserito nel Patrimonio dell’ Umanità), ricostruito dopo il terribile terremoto del 1693. Il mare, la montagna, la storia, la tradizione gastronomica e la vita notturna rendono la città di Catania unica nel suo genere.